lunedì 3 marzo 2014

Le fasi evolutive del cucciolo

Le fasi evolutive del cucciolo

Le fasi evolutive del cucciolo, come cresce un cucciolo

I primi mesi di vita del cucciolo sono molto importanti e delicati per avere uno sviluppo sano ed equilibrato. Ciò che avviene nei primi mesi di vita è decisivo ed errori in questo periodo possono causare dei seri problemi a quel che sarà il suo carattere. Gli studi fatti sul comportamento del cane dimostrano che il cucciolo attraversa diverse fasi o stadi di sviluppo fisico e comportamentale: il cane, come detto prima deve essere esposto in ognuna di queste tre fasi agli stimoli cui può rispondere. Se questo non avviene, potrebbe poi sviluppare problemi del comportamento di diversa intensità, come paura o aggressività. Per questo motivo è importante conoscere le esigenze del cucciolo per prevenire future patologie. Vediamo quali sono queste fasi. .
1) Periodo neonatale: prima e seconda settimana di vita. I cuccioli, appena nati, sono immaturi dal punto di vista sensoriale e dipendono quindi completamente dalla madre. In queste prime due settimane si assiste ad un rapido sviluppo del sistema nervoso e dei sensi, che verrà completato nella fase successiva. la mamma stimola i cuccioli leccandoli, li porta ad eliminare e poi ad ingerisce le loro deiezioni.
2) Periodo di transizione: terza settimana di vita. In questa fase si assiste ad un rapido sviluppo fisico e nervoso, inizia con l’apertura degli occhi e termina con la comparsa dell’udito. Grazie a questi primi sviluppi neuro-fisici, i cuccioli iniziano a percepire moltissimi stimoli e a reagire ad essi, considerando anche che in questa fase c'è l’inizio del gioco: i cuccioli iniziano a giocare tra loro, acquisendo quei comportamenti che da adulti permetteranno loro di comunicare con i propri simili e con gli esseri umani. Il gioco permette ai piccoli di imparare a riconoscere i ruoli sociali di dominanza e sottomissione che gli serviranno poi per tutta la vita. E’ quindi fondamentale non separare la cucciolata in questo periodo, ne possono derivare gravi conseguenze sul comportamento.

3) Periodo di socializzazione del cucciolo: dalla quarta alla decima/dodicesima settimana di vita. Questa fase è la più importante e critica: i cuccioli familiarizzano non solo con il resto della cucciolata, ma anche con l’ambiente che li circonda e con gli esseri umani La curiosità verso il mondo esterno avviene piano piano. a. Dalle 3 alle 8 settimane: i cani imparano meglio ad interagire con gli altri CANI. b. Dalle 5/8 alle 12 settimane: i cani imparano ad interagire con le PERSONE. c. Dalle 6/12 alle 16 settimane: i cani esplorano i nuovi AMBIENTI Da questo ne derivano conseguenze molto importanti. Cuccioli svezzati precocemente e allontanati dai fratelli prima della fine di questo periodo, da adulti possono non socializzare con gli altri cani, diventando paurosi o aggressivi con i conspecifici. La stessa cosa vale con per le persone: i cuccioli che in questo periodo non sono stati abituati a vedere persone diventeranno facilmente aggressivi o paurosi e sarà un problema poi, cercar di correggere questi problemi. Per questo è bene che i cani, in questa fase, possano fare più esperienze possibili,con cani e persone, compresi bambini: è in questo momento che si abituano ad essi ed è così che diminuiscono le probabilità di sviluppare comportamenti paurosi o aggressivi. Per concludere, fate fare più esperienze possibili, tra la gente in città, alla stazione dei treni, questo per i rumori, e fateglielo passare sempre come una piacevole giornata passata con voi.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates