mercoledì 19 febbraio 2014

L'educazione del cucciolo

L'educazione del cucciolo

Come educare uncucciolo

Quando portiamo un cucciolo a casa, ovviamente dobbiamo occuparci della sua prima educazione. L'educazione ha l'obbiettivo di insegnare alcuni comandi fondamentali come rispondere al richiamo e ad assimilare alcuni comportamenti che gli serviranno per tutta la vita come il seduto il terra, il resta, il richiamo e la condotta, che sono gli esercizi dell'obbedienza di base.
L'educazione è uno strumento attraverso il quale si rafforza il rapporto uomo-cane, e si enfatizza pienamente, ma soprattutto regola e mantiene inalterato l'ordine gerarchico, affidando al proprietario il ruolo di capobranco all'interno del branco-famiglia e al cane quello di subordinato. Questo serve per evitare che il cane si prenda la responsabilità di essere capobranco anche perchè è impensabile che un cane possa fare le funzioni di leader in un contesto urbano. Per essere un buon leader, il proprietario deve possedere alcune caratteristiche, pazienza, fermezza e coerenza.
Come metodo educativo è senza dubbio meglio usare il metodo gentile con il rinforzo positivo, cosi l'apprendimento del cucciolo avverrà con molta facilità senza traumi anche perchè non è previsto nessuna forma di coercizione. I cani apprendono più rapidamente e facilmente se vengono lodati e premiati con leccornie che attraverso le punizioni. Premiate il vostro cane subito dopo un esercizio eseguito correttamente. E' importante che la lode o premio che sia, avvenga immediatamente dopo un esercizio.
Se la lode avviene dopo qualche secondo, il cane non riuscirà più a ricollegarla all'esercizio. Anche il tono della voce è importante in questo processo educativo, il tono dovrà essere festoso e allegro quando premierete il vostro cane, siate pure euforici, dovete far capire al cane che è stato davvero bravissimo.

Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates