martedì 4 marzo 2014

Cani e cuccioli: L'importanza del gioco

Cani e cuccioli: L'importanza del gioco

Il gioco per i cani rappresenta, un' attività molto importante per un corretto sviluppo psicofisico nel cucciolo ma anche in età adulta del cane.
Il cucciolo giocando “sperimenta” ed esercita diverse sequenze di comportamenti che poi metterà in atto da adulto.
Il gioco sociale ha inoltre la grande funzione di incrementare la socializzazione sia con i conspecifici che con gli esseri umani e di affinare le capacità di mettere in atto e di comprendere i sottili messaggi posturali ed espressivi così importanti per la comunicazione intraspecifica.
Giocare con il proprio cane è importante dal punto di vista relazionale. L’uomo, attraverso una gestione corretta del gioco, può proporsi come soggetto carismatico e attraente, rinsaldando il legame con il cane. Sarete perciò più amati e più ascoltati se trascorrerete abitualmente del tempo divertendovi con il vostro cane.
È però fondamentale imparare a giocare con il cucciolo nel modo giusto affinché non apprenda comportamenti che potrebbero risultare problematici in età adulta.

Cani e cuccioli: Giochi di lotta


I giochi di lotta tra cuccioli cominciano quando uno ha qualcosa in bocca, e un altro prova a prenderglielo. I cuccioli tirano, scuotono, ringhiano, il tutto può facilmente degenerare in rissa. Anche due cani adulti possono finire con il litigare, quando si contendono un oggetto. Forse è per questo che i giochi di lotta sono considerati così negativi, rischiosi e diseducativi. Giocare a afferrare e contendere però è molto divertente, permette di scaricare energia e stress, costruire abilità fisiche e mentali, oltre a migliorare il rapporto Se pensate a due cuccioli che giocano, il problema è lo stesso di due bambini piccoli: nessuno dei due ha le competenze sociali per capire e stabilire le regole del gioco. Date un bastone in mano a un bambino, e prima o poi farà male a qualcuno. I cuccioli hanno lo stesso problema, con i denti. Tra due cani adulti il problema può essere che il gioco di predazione diventa un gioco di status: ottenere l’oggetto è il modo per dimostrare di essere il più forte. Se non basta tirare, uno dei due proverà a “fare gli occhi”, a ringhiare, e se non basta ancora, lascerà l’oggetto per aggredire l’altro contendente. Nel primo caso, i due cuccioli, mancano le regole, nel secondo, non è un gioco! Per giocare alla lotta serve un adulto, un cane adulto o voi, e un cucciolo, o due cani adulti che stiano giocando, e non cercando un pretesto per fare rissa. Giocare alla lotta è molto semplice, divertente e utile.
- prendete un oggetto che il cane possa afferrare con piacere (morbido e resistente), muovetelo come se fosse una preda che scappa, quando il cucciolo si diverte a inseguire, fateglielo prendere.
- contendete l’oggetto con intensità, non cercate di strapparlo dalla bocca del cane, muovete la mano verso destra e sinistra, con movimenti ampi se il cucciolo è piccolo, tirate verso di voi senza fargli sollevare le zampe, e seguite il cucciolo se tira indietro. - mentre il cucciolo si sta divertendo, mollate la presa e andate indietro. Se il cucciolo torna per giocare di nuovo, giocate di nuovo. Se il cucciolo se ne va, girate la schiena e ignoratelo.
- ricominciate a giocare solo se il cucciolo torna da voi e vi porta l’oggetto, per continuare a giocare.
Nel tempo introducete le regole del gioco: il cane può prendere se gli dite che può prendere, deve lasciare quando gli chiedete di lasciare, deve venire da voi con l’oggetto per continuare a giocare, non deve mai mordervi le mani. Il cane può prendere, tirare, scuotere, ringhiare, ma dovete rendervi conto se sta giocando o sta cercando di vincere. Se cerca di vincere, non entrate in competizione! Lasciategli il giocattolo e ignoratelo. Deve capire che la cosa importante, e divertente, è giocare con voi, non avere il giocattolo. Se date importanza al giocattolo, il cane penserà che riuscire ad averlo è più importante del gioco con voi. Per questo motivo, date attenzione al cane, non all’oggetto. Quando lasciate il giocattolo, ignorate il cane a meno che non stia tornando da voi per giocare ancora, in quel caso fategli i complimenti.

Cani e cuccioli: Con la palla


Il cane quando rincorre una pallina che rotola e poi l’afferra con i denti, sfoga l’istinto predatorio. Poiché, è il padrone che gliela lancia, questo gioco accresce la stima nei suoi confronti. E’ meglio scegliere una palla di gomma rigida e colorata con dimensioni adeguate alla bocca dell’animale: non troppo piccola altrimenti può inghiottirla, ma nemmeno troppo grossa, altrimenti non riesce a morderla. Scagliatela lontano. Quando il cane l’ha presa chiedetegli di riportarla; le prime volte per convincerlo a restituirvi la palla se è riluttante, offritegli un bocconcino di carne: aprirà subito la bocca. Se non lascia la palla non inseguitelo, ma interrompete il gioco, l’inseguirlo introduce un elemento diseducativo, perchè il cane potrebbe appassionarsi a questa variante di gioco, e per il principio della generalizzazione, farsi inseguire anche in situazioni, per esempio, quando desiderate prenderlo. Terminato il gioco, riponete la palla e non dategliela più sino alla prossima occasione. Ricordatevi però, che come per tutti gli atri giochi e attività quotidiane, valgono le regole della presa d’iniziativa e di interruzione del gioco prima che il cane si stanchi o che si annoi, altrimenti c'è il rischio che il gioco perda di interesse.
Share This

Nessun commento:

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Designed By Blogger Templates